Massimiliano Bove (Jaguar)9° S.T. D’AGOSTINO, 35°S.T. MANCINELLI,
ESPULSO MANCINELLI AL 40° S.T.
BOVE-AURELI: A VOI LA FINALE!
L’attacco stellare dell’Ortigia contro la coriacea difesa della Jaguar: questo sarà il tema principale della finalissima play-off del girone A, che si disputerà domenica 13 giugno presso il comunale di Canistro. Non sarà della partita il piccolo grande Mancinelli , espulso a 5 minuti dal termine per un’imprecazione al cielo e secondo l’arbitro a lui diretta, ma il duello Bove-Aureli è una di quelle sfide che in molti hanno avuto il piacere di vivere e che visti i passati trascorsi (indimenticabile Angizia-L’Aquila di qualche anno fa con 3 gol del luchese e 2 dell’ortigiano) diventa l’argomento clow del big-match... Dunque come previsto, le due compagini arrivate dietro alla vincitrice Capistrello, hanno raggiunto la qualificazione piuttosto agevolmente. Nella gara di Ortucchio, con il Valle Aterno in 10 dal 40esimo del primo tempo, il bomber Aureli ha avuto vita facile e il 3-0 frutto della sua caparbietà è un ulteriore preoccupante biglietto da visita per gli uomini di Colizza. Questi Danilo Aureli (Ortigia)ultimi hanno piegato la resistenza ospite grazie ad una rete di D’Agostino dopo un legno colpito da Mancinelli, e dal gol dello stesso Antonio dopo un contropiede messo in moto dall’appena entrato Bove e portato avanti dall’ottimo Verrocchia. In mezzo un ottimo primo tempo dei giallorossi, messo in discussione solo al 44esimo, quando un miracolo in due tempi di Principe, stava facendo saltare le coronarie ai numerosi tifosi locali. E allora dopo aver fatto le nostre congratulazioni alla Valle Aterno e all’Aquilana calcio per l’ottima stagione appena conclusa passiamo ad un’analisi piu’ approfondita delle aspettative dell’incontro di domenica prossima. L’Ortigia è una squadra tonica che fa del suo terminale offensivo l’arma in più: la presenza poi di numerosi ex jaguarini fra gli uomini di Pisotta (Luca e Valerio Alfidi e il DS Capodacqua) diventa un motivo in più per aumentare la voglia di rivincita dei suddetti. Riguardo la Jaguar inutile ormai parlarne: la finale play-off è divenuto pane quotidiano e mai come stavolta ci auguriamo che il fato o la bravura, premi gli uomini dell’instancabile Jaguarone. I due pareggi in campionato sono un ulteriore prova di come le due squadre si equivalgano e di come a decidere questa gara, sarà molto probabilmente la bravura di chi per primo romperà l’equilibrio. E allora, augurandoci il massimo fair-play, facciamo il nostro in bocca al lupo ad entrambe, ma alla Jaguar ricordiamo che lo stadio è lo stesso del triste epilogo dello scorso anno…Sfatiamo il tabu!

Ultimo aggiornamento (Martedì 08 Giugno 2010 09:51)

 
Cerca nel sito
Guarda il video
video3
Chi è online
 11 visitatori online
Banner
Banner