DE GASPERIS
Matteo De Gasperis
Una grandissima Jaguar, dopo il 2-1 inflitto ai danni del Montevelino fa suoi anche i 3 punti nella gara casalinga con la sorprendente Valle Aterno e resta a 4 lunghezze dalla corazzata Capistrello. La gara prende subito la piega storta con l'espulsione al 11esimo di Pierluigi Di Vincenzo e a peggiorare la situazione arriva pure l'infortunio di Palenca (13esimo) che costringe mister Di Cola a reinventarsi il centrocampo con l'avanzamento di Como e il susseguente ingresso di Basile a frenare le scorribande del bravo Giovanni Di Mattia... A capitolare la gara arriva pure il gol del sempreverde Sperandio che porta in vantaggio gli ospiti e lascia poche speranze ai locali. Ma stavolta la Jaguar è stata brava a non disunirsi, a crederci fino alla fine, a lottare su ogni palla e ad azzerare l'inferiorità numerica. In effetti dopo un primo tempo equilibrato, nel secondo tempo la gara assume i toni di una battaglia, e l'impresa riesce ai giallorossi luchesi. Trovare il migliore fra i locali è un impresa ardua ma sicuramente la prova di De Gasperis resterà impressa nella mente dei numerosi tifosi del comunale. Per gli ospiti come al solito buona la prova di Sperandio e ribadiamolo, quella del giovane Di Mattia. I gol del sorpasso tra il 30esimo e il 35 esimo dopo un forcing asfissiante,dopo il reclamo per un paio di rigori dubbi e dopo due prodezze di Bove e Desprini. Ma oltre alla bellezza delle reti locali, quello che si è notato di più è stata la voglia di crederci degli uomini di Jaguarone, mai arrendevoli e capaci di dar vita ad uno spettacolo indimenticabile. Stando cosi le cose, la classifica assume i contorni di uno scontro a 3 con Ortigia che continua a vincere e che con l'arrivo di Zaurrini dimostra come la squadra di Pisotta abbia tutte le carte in regola per provarci, con un Capistrello capace di subire solo 2 reti in 18 gare e che riesce a vincere anche con l'assenza di elementi di spicco come De Renzis e Palleschi e con una Jaguar che, dopo aver visto la gara di domenica, siamo certi darà filo da torcere ai capistrellani fino alla fine. Ma lasciando da parte i meriti di questa gara, tocca ora pensare alla prossima trasferta che ci metterà di fronte agli avezzanesi di Innocenzo Maggiore. La priorità è provarci, la parola d'ordine è riuscirci! Forza Jaguar e non mollare!